Il 17 e il 24 ottobre tornano le Giornate FAI d’Autunno, visite guidate a contributo libero

fai-autunno-2020-1200x626.jpg

Nei fine settimana 17 – 18 e 24 – 25 ottobre 2020 tornano le Giornate FAI d’Autunno: 1.000 aperture straordinarie in oltre 400 città di tutta Italia e visite guidate a contributo libero

ANCHE LA SPLENDIDA VILLA GREGORIANA:

Ingresso dedicato agli iscritti FAI con possibilità di iscriversi in loco

Attenzione: in caso di grande affluenza gli ingressi potrebbero essere sospesi prima dell’orario di chiusura indicato

Note per la visita

Lungo il percorso si potrà fare una sosta presso un piccolo spazio espositivo della Riserva Naturale di Monte Catillo (solo 17 ottobre), per un approfondimento sul turismo lento e i cammini che per secoli sono stati battuti dai viaggiatori, e alla Radura di Ponte Lupo, dove i giardinieri di Gregoriana saranno a disposizione per condividere storie, dettagli e curiosità sul patrimonio arboreo del parco e offrire, allo stesso tempo, una dimostrazione su come si può ascoltare la musica delle piante. In ingresso al Parco sarà possibile scaricare un QRCode con contenuti testuali, foto e video divisi per tappe e per argomenti, così da accompagnare tutti i nostri visitatori alla scoperta di Villa Gregoriana. Domenica 18 sarà possibile effettuare un’escursione gratuita in una delle parti più suggestive della Riserva, la sughereta di Sirividola, della durata di circa 3 ore per un percorso di circa 4 km di lunghezza e 200 mt di dislivello. La partecipazione all’escursione sarà limitata a 15 persone a giornata con precedenza agli Iscritti FAI e previo prenotazione con comunicazione dei nominativi e dei riferimenti telefonici scrivendo una mail a faigregoriana@fondoambiente.it o chiamando: 0774 332650 Parcheggio multipiano situato di fronte all’ingresso del Bene. Per accedere al Bene ingresso unico su Largo Sant’Angelo. Si consiglia abbigliamento comodo, scarpe con suola di gomma. Il Bene presenta per sua natura alcune difficoltà di fruizione della visita per persone con problemi di deambulazione.

Parco Villa Gregoriana, tra storia e natura Nella millenaria forra carsica denominata nel Medioevo “Valle dell’Inferno”, da sempre si racconta di gesta eroiche, del mito della fondazione dell’antica Tibur, degli oracoli della Sibilla Albunea, del fascino di cascate e cascatelle immerse in una natura sempreverde. In un percorso a tappe lungo i sentieri ottocenteschi, sarà possibile rivivere e conoscere le alterne vicissitudini che hanno reso questo parco una delle tappe d’obbligo del Viaggio in Italia, grazie al suo giardino artificiale che alterna piante esotiche ed autoctone, al capolavoro di ingegneria idraulica con la seconda cascata più alta d’Italia, alla bellezza ed all’armonia del contesto naturalistico che incornicia ed avvolge le architetture di epoca romana.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


Copyright by Vcity 2020. All rights reserved.